La mia idea di partenza era quella di replicare le polpette di mia madre, quelle "imbottite" anche con uovo sodo e mozzarella filante (in pieno stile "calabro"), ma poi ho fatto due conti: siamo in due in casa, il tempo è ristretto (come sempre, anche di domenica), facendo bene la conta mancavano alcuni ingredienti, ma soprattutto...vorrei che Andrea prima testasse quelle "vere" di mammà, che altrimenti se ne verrebbe fuori con una battuta delle sue facendo trapelare un velato disappunto nell'averla "sorpassata" di proposito. Non sia mai che io vada contro mamma Brigida. :-P   
Quindi niente "imbottitura", polpette semplici di melanzane cotte in forno e amalgamate insieme a pochi altri ingredienti. Un successo che sicuramente replicherò.

Spero prima o poi di pubblicare le polpette "originali" in pieno stile Verderame (cognome materno) perchè sono una vera bomba, in tutti i sensi! Sia fritte che in forno si fanno sempre apprezzare.
Nel frattempo vi lascio una ricettina semplice, fatta di pochi ingredienti e davvero facilissima.
Se volete potete  congelare le polpettine impanate e friggerle all'occorrenza. 


Ingredienti per circa 30 polpette: 
2 melanzane (circa 800g)
100g di pangrattato + altro per la panatura
100g di parmigiano
Sale, pepe q.b
Trito di aglio e prezzemolo
2 uova
Un cucchiaio di fiocchi d’avena 

Procedimento: 
Lavate e asciugate le melanzane, tagliatele a metà nel senso della lunghezza e incidete la polpa con un coltello creando una sorta di rete. Adagiatele su una placca da forno ricoperta con l’apposita carta. Salate leggermente e condite con un giro d’olio. Infornate a 180° per circa 30 minuti.
Quando saranno cotte, estraete le melanzane dal forno e lasciatele intiepidire, quindi scavate la polpa con un cucchiaio. Mettete quest’ultima in una terrina, aggiungete le uova, il pangrattato, il formaggio, il sale, il pepe e il trito di aglio e prezzemolo. Amalgamate bene gli ingredienti e mettete in frigo per almeno una mezzoretta.
Togliete dal frigo, con le mani formate delle polpette della grandezza di una noce (o quella che desiderate).  Passatele poi nel pangrattato al quale avrete aggiunto i fiocchi d’avena. Una volta impanate tutte le polpette di melanzane, friggetele in abbondante olio di semi di arachide ben caldo. Scolatele una volta raggiunta la doratura. Adagiatele su carta assorbente. Servite le polpette di melanzane ancora calde con appena un pizzico di sale. 

Stappatevi una birra fresca e godetevi l'estate con questo finger food.  

6 commenti

  1. Qualsiasi cosa esista sotto forma di polpetta, mi piace!!! Ma perché......esiste qualcosa che non possa diventarlo!?!?!??! Ahahaahhahaha...polpetta sempre e comunque Francesca!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabila, Io e te ci capiamo. LOVE POLPETTE tutta la vita!

      Elimina
  2. La cucina delle nostre mamme è inimitabile per un semplicissimo motivo: è così intrisa di ricordi, che riassaporarli fatti dalle loro mani conservano ancora tutto il sapore della dolcezza dell'infanzia. Le polpettine di melanzane le preparava sempre, proprio come le tue, senza aggiunta di uova o mozzarella. Inutile dire che anche la versione Verderame mi attira molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione. La cucina delle origini, così semplice e senza pensieri alla fine è sempre la migliore. E io ci sono legata tantissimo fortunatamente!

      Elimina
  3. Sono una vera delizia. Io qualcuna in più la farei lo stesso, una tira l'altra! Mi piace l'idea dell'avena che dà quel tocco croccante.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio, sono dell'idea che più ne fai più ne mangeresti. Quindi meglio calcolare le dosi prima! :-P E comunque non sai come si apprezzano anche da fredde il giorno dopo.

      Elimina

Powered by Blogger.