Rispolvero un vecchio post, risalente al 2012, scomparso dal blog dopo un problemino tecnico che mi ha fatto perdere la testa per circa un mese fino a quando non è arrivata la decisione di riniziare tutto da capo. Anche le foto sono vecchie, si vede…va beh…la cosa importante è la ricetta. 
Questa torta è entrata a far parte di quelle che in casa mia e di mia madre si preparano con una certa periodicità. Un po’ crostata un po’ cheesecake, questa torta va bene in ogni stagione, si può variare la copertura a piacimento e al posto dei pinoli si possono utilizzare le mandorle a scaglie. Inoltre può essere servita fredda oppure tiepida.

Come base ho utilizzato la ricetta della pasta sablée di Michel Roux. La pasta sablée rispetto alla sucrée è più fragile e meno croccante, si adatta bene alle ricette dove il ripieno cuoce insieme alla base. Ha una dose più alta di burro, quindi è adattissima anche per preparare dei biscotti friabili, di quelli buoni che fanno sentire in colpa. Nella mia ricetta della crostata di crema con pesche (qui), ho usato la sucrée perché ho cotto la base in bianco e, successivamente, farcito con la crema. In questo caso invece, la sablée risulta più adatta poiché si unisce al ripieno senza creare distacchi. 



Preparate la pasta sablée con lo stesso procedimento della pastafrolla. Versate la farina a fontana su una spianatoia, metteteci al centro il burro morbido (non fuso) tagliato a cubetti, lo zucchero e la presa di sale. Amalgamate velocemente gli ingredienti e incorporateci i tuorli. Continuate a lavorare delicatamente l’impasto con la punta delle dita fino a renderlo omogeneo. Formate una palla liscia e mettetela in frigo per almeno un’ora. 
Frullate i pinoli con lo zucchero fino ad ottenere una polvere, unitela alla ricotta. Aggiungete da ultimo il mascarpone, la vanillina e l’uovo.          
Stendete la pasta sablée dello spessore di pochi millimetri e foderate uno stampo a cerniera dal bordo alto. Riempite con il composto alla ricotta cercando di livellarlo con l’aiuto di un cucchiaio o di una spatola. Rifinite bene i bordi.  Informate a 180° circa per una mezzora. La superficie si dovrà dorare. Sfornate e lasciate raffreddare prima di aprire la cerniera. Prima di servire la crostata guarnite con uno strato di confettura e una manciata di pinoli.
Powered by Blogger.